B maschile Girone E

L'Ama corsara riparte con il piglio giusto conquistando 2 punti nella trasferta sul Rubicone

Bernardi: "Due punti d’oro. Bene l’esordio di Bergantino e il rientro di Brizzi, Santini fondamentale a muro"

13.02.2022 12:11

SAB GROUP RUBICONE – AMA SAN MARTINO 2-3 (21-25, 25-20, 24-26, 25-23, 17-19)
Sab Group Rubicone: Gherardi 1, Zammarchi 1, Rocchi 8, Mazzotti 21, Aldini 12, Nori 20, Rizzi (L), Bellomo 7, Venturini, Carlini (2L), Massaro, Pieri, Amorico, Morrone 1. All. Pedrelli, vice Ponticelli
Ama San Martino: Bergantino 1, Caciagli 10, Porta 18, Reyes 21, Santini 14, Zambelli 1, Bonfiglioli (L), Brizzi 6, Gozzi, Grassigli, Luppi, Fregni (L), Roncaglia, Petratti. All. Bernardi, vice Iotti 
Durata: 22’, 24’, 29’, 28’, 23’. Tot. 2h17’
Note Rubicone: ace 10, service error 22, ricezione 51%, attacco 34%, muri 11 
Note San Martino: ace 4, service error 16, ricezione 42%, attacco 37%, muri 16

SAN MARTINO - Riprendere il filo del discorso da dove lo si era interrotto due mesi fa: fatto. È con una vittoria che l’Ama San Martino ha ripreso la sua corsa nel girone E di serie B, un sudato 3-2 messo a segno in trasferta contro la Sab Group Rubicone. L’ultima uscita stagionale risaliva al 3-0 segnato l’11 dicembre scorso alla Bombonera ai danni di Forlì, poi sono seguiti rinvii causa covid, infortuni e pausa forzata imposta dalla Lega, ragion per cui l’ottava vittoria dell’anno in dieci partite ha un sapore speciale per gli All Blacks. I punti ora sono 21 da quarto posto in classifica, superati dai 22 di Viadana che ha vinto a punteggio pieno a Ravenna. Con il punto guadagnato il Rubicone sale invece a 16 punti da settimo posto. 

“È stata la partita difficile che ci aspettavamo, chiusa guadagnando 2 punti di grande soddisfazione – spiega il coach Cristian Bernardi – dopo due mesi di stop non era facile riprendere il ritmo gara, contro un avversario così tosto e in trasferta, ma siamo riusciti a spuntarla. È stata una partita in altalena, con diversi colpi di scena e tanti errori da parte di entrambe le squadre: loro hanno dimostrato grande qualità in difesa e in attacco dal centro, noi dalla nostra non abbiamo mai smesso di crederci, giocandoci varie carte. Da segnare il debutto di Bergantino e il rientro in campo di Brizzi, che continua così il suo recupero. Santini mvp con 7 muri e tanti palloni toccati, efficace anche in attacco e in difesa”.

Le due formazioni hanno vinto un set a testa fino a scontrarsi in un lungo tie-break finito 19-17 per l’Ama. “Conquistato il primo set di grinta, nel secondo abbiamo subito due turni importanti in battuta che ci hanno inchiodato – spiega Bernardi – abbiamo perso le nostre sicurezze e da essere in vantaggio di cinque punti ci siamo ritrovati sotto. A quel punto loro hanno iniziato a crederci ancora di più, ma siamo stati bravi a rilanciarci, approfittando di due errori avversari sul finale per chiudere il set. Sul 18-13 del quarto pensavamo di aver già chiuso la gara ma ci siamo dovuti ricredere: è bastata qualche incertezza in attacco e ci hanno superato. Nel quinto, giocato in parità, è venuta fuori la nostra voglia di vincere e di restare nella parte alta della classifica: sono due punti d’oro”.

Il prossimo appuntamento è in agenda per sabato 19 febbraio alle 17 alla Bombonera contro la Moma Anderlini, ottava a 15 punti e reduce dalla sconfitta per 0-3 contro Forlì. 

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Smi Roma tra alti e bassi battuta la Virtus
La Pallavolo Picco Lecco parte alla grande dopo lo stop. 3-0 all'Ata Volley Trento 3-0