Marra
B maschile

L'Ermgroup San Giustino, ultimo appello. Serve la vittoria di un golden set per l'A3

Play off B maschile, dall'altra parte della rete c'è la Stadium Mirandola

27.05.2022 16:32

SAN GIUSTINO - Sarebbe stata una partita comunque decisiva, quella di ritorno della finale play-off, anche se il risultato di Mirandola fosse stato favorevole. Lo è a maggior ragione ora per la ErmGroup San Giustino, che deve ribaltare lo 0-3 esterno ma che quest’anno ha l’opportunità di farlo sfruttando il fattore campo. Appuntamento quindi per le 18 di sabato 28 maggio al palasport di via Anconetana, sperando nella grande impresa: per raggiungere la meta chiamata A3, la Stadium Mirandola deve aggiudicarsi due set; la ErmGroup deve invece ottenere una vittoria da 3 punti (unica licenza concessa: la possibilità di chiudere anche sul 3-1) e poi fare suo l’eventuale golden set, nel quale entrambe le squadre metteranno in gioco gli sforzi e le ambizioni di un’intera stagione nell’arco di un quarto d’ora, tanto dura mediamente il tie-break di spareggio. Questa è d’altronde la regola del campionato. Quanto basta per affermare che, se le attese non dovessero essere tradite, si dovrebbe assistere a un’avvincente sfida di pallavolo fra due formazioni che – match di andata a parte – si somigliano in una importante prerogativa: la forza dei rispettivi gruppi. 

Al “Walter Bonatti” è emersa soltanto quella dei gialloblù modenesi, perché sul fronte biancazzurro sono venute meno le doti che hanno fatto dei ragazzi di Bartolini e Monaldi i dominatori del girone F della Serie B. Una volta scrollato di dosso il fardello, più psicologico che altro, Marra e compagni debbono semplicemente ritrovare il loro gioco e la determinazione in attacco come in difesa; fattori, questi, che hanno conferito alla ErmGroup una propria identità vincente, grazie al contributo di tutti i singoli. Quella identità che dovrà servire per avere la meglio su un’avversaria nella quale certamente qualità ed esperienza non mancano, vedi i fratelli Ghelfi che compongono la diagonale, gli insidiosi Bellei e Dombrowski a lato e la coppia centrale Riccardo Rustichelli-Scaglioni, che il buon “Pupo” Dall’Olio ha saputo preparare a dovere per l’ennesimo appuntamento con la storia. Il pronostico è più che mai aperto a ogni soluzione e molto dipenderà dall’atteggiamento di una ErmGroup che, con tutti gli effettivi a disposizione e dopo una settimana di allenamenti all’insegna dell’intensità, dovrà mettere rabbia e orgoglio agonistico per non veder sfumare l’obiettivo sul filo di lana per la seconda volta consecutiva. Sono gli ulteriori ingredienti sui quali fa leva l’ambiente sangiustinese per poter festeggiare l’ambito traguardo. Per la direzione dell’incontro è stata designata una coppia al femminile, con primo arbitro Daniela Benedetto Tiz di Udine e secondo arbitro Eleonora Candeloro di Pescara. Il resto dovrà farlo la tifoseria locale: il fatto stesso che sia l’ultima partita dell’annata, quella decisiva, è già di per sé stesso un grande appello alla presenza e al calore sugli spalti del palasport. Quello che ancora rimane un sogno, potrebbe diventare stupenda realtà. 

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Smi Roma a Napoli per la serie A3
Play Off B1F.: E' tempo di finale. Beatrice Badini: "Tenere alta la concentrazione e giocare di squadra"