B2 F. Girone L: La Star Volley Bisceglie scivola fra le mura amiche al tie-break

Scritto da Redazione Pallavolo.it  | 

Star Volley Bisceglie-Castellaneta 2-3 (22-25; 25-19; 25-19; 25-27; 10-15)
Star Volley Bisceglie: Costantini 16, Haliti 11, Mantovani 15, Ameri 12, Padula 9, Mileno 9, Todisco (libero), Gambacorta 1, Cacciapaglia. N.e.: Losavio, Volpe. All.: Sarcinella. 
Castellaneta: Liguori, Iacca, Lanza, Dakaj, Leone, Cardone, Minervini (libero), Rusciano, Cefalo. N.e.: Orlando, Zottoli. All.: Presta.
Arbitri: Ingrosso, Tolomeo.

BISCEGLIE - Una prestazione nel complesso tutt’altro che impeccabile, al cospetto di avversarie che di contro si sono mostrate solide e sempre “sul pezzo”, ha costretto la Star Volley Bisceglie alla prima, amara sconfitta stagionale. Merito di Castellaneta, che si è imposta al tie-break sul parquet del PalaDolmen al termine di un match in cui le nerofucsia di coach Sarcinella non si sono sempre espresse sui loro standard abituali. La compagine biscegliese ha conquistato un punto che sa di magra consolazione, specie considerando le opportunità sciupate per chiudere la contesa al quarto set. 

Le buone premesse poste in apertura di prima frazione (7-2) non si sono rivelate tali a causa dell’andamento a corrente alternata delle padrone di casa: troppi i passaggi a vuoto, troppi gli errori gratuiti per non prestare il fianco alle concentratissime ospiti. Il loro recupero (8-10) ha dato il via a una fase di sostanziale equilibrio, rotto ancora una volta da Castellaneta (13-18), che si è spinta fino al 19-23, sfruttando altre imprecisioni nerofucsia, e ha saputo controllare il tardivo tentativo di ricucitura biscegliese (22-25). 

Il set perduto non ha subito destato Padula e compagne: approccio rivedibile al secondo parziale (2-6), quindi un 5-0 che Liguori e socie hanno assorbito reagendo con decisione (10-14). Ci hanno pensato Ameri e Haliti a sovvertire l’inerzia: l’ace del capitano è valso il 22-19, una ritrovata Costantini ha firmato il 24-19. Conquistata la parità, il terzo periodo ha rappresentato una possibile svolta in positivo per la Star Volley Bisceglie: 5-2, poi 16-10 grazie ancora a Costantini, a scavare un solco di sicurezza mantenuto fino al traguardo intermedio con incoraggiante personalità e crescente compattezza, per l’entusiasmo del pubblico sugli spalti del PalaDolmen.

Quarto parziale da dimenticare: cattivo impatto (3-9), insufficiente reazione (8-13) e caduta fino al 9-17. La grande reazione d’orgoglio, con Mantovani e soprattutto Haliti sugli scudi, ha consentito di risalire la china sul 16-18 e quando Castellaneta si è prodotta nell’allungo sul 20-23 Bisceglie ha tirato fuori la grinta per rimontare ancora, con gli attacchi di Ameri (23-24). Il muro di Padula ha sancito la parità a quota 24 ma ancora una volta è mancata la necessaria lucidità nei momenti clou e il team di Presta l’ha spuntata ai vantaggi (25-27). 

Gli errori e le disattenzioni delle biscegliesi hanno indirizzato anche il tie-break: 3-2 iniziale, poi un nuovo, imperdonabile black-out (4-9). Le biancorosse ne hanno approfittato, gestendo la situazione favorevole. Di Mantovani l’ultimo sussulto (9-12) ma ad esultare, dopo oltre due ore di contesa, sono state Liguori e compagne. In casa Star Volley bisognerà riflettere sulle numerose occasioni gettate alle ortiche: al netto di una prova non esaltante resta il rammarico per due punti inspiegabilmente persi lungo la strada. Ci sarà da rimboccarsi le maniche e lavorare ancora più sodo per restare ai vertici del girone L del torneo di B2. 


💬 Commenti