B1 F. Girone D: Clai corsara a Cesena. Caliendo: "Vogliamo continuare a vincere"

Scritto da Redazione Pallavolo.it  | 

Angelini Elettromeccanica Cesena- CSI Clai Imola 1-3 (22-25; 19-25; 25-23;17-25)
Angelini Elettromeccanica Cesena: Di Arcangelo 2, Caniato 11, Evangelisti ne (L2), Galisesi (L), Gennari 8, Parise 17, D’Aurea 1, Benazzi 13, Polletta 6, Guardigli ne, Conficoni, Pasini 1, Bellini. All. Lucchi 
CSI Clai Imola: Telarini ne (L2), Contoli ne, Arcangeli 1, Cavalli 3, Tasholli, Cammisa 14, Folli 5, Migliorini 11, Mastrilli (L), Curti, Ndiaye ne, Missiroli 5, Moretto 14, Rizzo 13. All. Caliendo
Arbitri: Santin, Natalini
Aces: Cesena 1, Imola 10; Battute sbagliate: Cesena 14, Imola 7; Muri vincenti: Cesena 12, Imola 7; Errori punto: Cesena 15, Imola 15.
Durata set: 29', 28', 34', 26’ Totale: 117'.

CESENA. -Dopo una battaglia durata quasi due ore, la CSI Clai si aggiudica con merito il derby giocato sul parquet di Cesena e grazie a questa preziosissima vittoria rimane l’unica squadra a punteggio pieno nel girone D di serie B1, con 9 punti conquistati in 3 partite.

È stata una prestazione di grande sostanza quella fornita dalle ragazze di Nello Caliendo, che per la loro prima trasferta stagionale si sono trovate di fronte un avversario davvero coriaceo e determinato a ben figurare in questa sentita sfida tra compagini romagnole che ben si conoscono.

Il tecnico napoletano ripropone per l’ennesima volta la formazione già vista con Trevi e Corridonia, con la confermatissima Cavalli in cabina di regia affiancata nella zona centrale da Rizzo e Migliorini. Moretto gioca da opposto, Mastrilli è il libero, sulle bande iniziano Cammisa e la giovanissima Elena Missiroli.

Fin dalle prime battute si capisce che ci sarà da combattere su ogni pallone. Già dal primo parziale le formazioni in campo si affrontano a viso aperto e danno vita a scambi molto prolungati che mettono a dura prova la tenuta fisica delle giocatrici. Si viaggia punto a punto, sul filo dell’equilibrio, ma la Clai si dimostra più concreta nel momento decisivo e grazie alla giusta determinazione porta a casa il primo set con un margine esiguo (25-22 il punteggio).

Nel parziale successivo, la qualità del gioco imolese sale di livello e le percentuali in attacco si alzano, anche grazie al contributo di Cammisa e Moretto, formidabili bocche da fuoco che ancora una volta si dimostrano un valore aggiunto nel roster di Caliendo. Anche Rizzo e Migliorini dettano legge al centro, permettendo alle ospiti di amministrare fino al termine del set quel vantaggio costruito punto dopo punto grazie ad azioni di pregevole fattura tecnica (il tabellone del CariSport dice 25-19 Imola).

Il sistema della Clai sembra non mostrare alcuna crepa, ma nella parte centrale del terzo parziale qualcosa comincia a non funzionare e all’improvviso gli errori cominciano ad aumentare in maniera preoccupante. Le ragazze di Cristiano Lucchi, guidate da Parise in gran spolvero con i suoi 17 punti a referto, ne approfittano immediatamente e scavano un piccolo solco tra loro e le avversarie che permette alle bianconere di rientrare in partita grazie al 25-23 finale. 

Ma è soltanto un fuoco di paglia. Nel parziale conclusivo, il motore della formazione santernina si riaccende e la Clai ricomincia a produrre una pallavolo di buona qualità, con tutte le giocatrici che a turno vengono coinvolte nelle soluzioni offensive da capitan Cavalli, apparsa oggi molto lucida e determinata.

Buono l’apporto di Folli e Arcangeli, entrate nel momento di massima difficoltà per Imola ed in grado di dare la necessaria scossa per riprendere il necessario ritmo-partita e consentire alla loro formazione di portare a casa 3 punti fondamentali e per nulla scontati alla vigilia.

Questo il commento di un soddisfatto Nello Caliendo alla fine del match: “La partita è stata una bella battaglia. Ci sono stati scambi lunghissimi, è stata una prova molto faticosa sotto l’aspetto fisico. Nel primo set eravamo sotto, poi siamo riusciti a ribaltarla nei punti finali. Il secondo parziale è scivolato veloce e siamo andati subito sul 2-0. Anche nel set successivo eravamo avanti, poi nella parte centrale abbiamo fatto qualche errore di troppo e questo ci ha portato a dover rincorrere le nostre avversarie. Sul punto a punto abbiamo fatto un po’ di confusione e lo abbiamo perso. Poi nel quarto parziale siamo andati subito in vantaggio e abbiamo gestito bene fino alla fine. Nel complesso, è stata una partita molto combattuta. Il loro muro è stato sempre molto aggressivo e ciò ci ha costretto a prenderci dei rischi. La chiave della nostra vittoria è stata trovare la lucidità per piazzare i colpi senza forzare, aspettando il momento giusto per colpirle nella maniera corretta. Una prestazione di carattere condita da qualche errore, ma in un derby come questo ci può stare sbagliare qualche palla in più. Siamo molto contenti, ci prendiamo questi 3 punti molto pesanti e iniziamo fin da subito a proiettarci alla prossima partita, che sarà in casa contro Clementina. Vogliamo continuare così”.

La Clai, per il momento terza in classifica alle spalle della capolista Bologna e di Altino ma con una gara in meno disputata rispetto alle avversarie, tornerà in campo sabato 5 novembre alle ore 18. Per la 5^ giornata di campionato, al PalaRuscello sarà ospite la formazione anconetana del Clementina Volley 2020, per il momento impantanata nei bassifondi della classifica con appena 2 punti conquistati ma reduce da una bella vittoria al tie-break nel match casalingo contro Campagnola.

Serie B1 femminile, girone D 
RISULTATI QUARTA GIORNATA
Vtb Bologna- San Damaso 3-0
Ravenna- Modena 3-0
Cesena- CSI CLAI IMOLA 1-3
Clementina- Campagnola 3-2
Corridonia- Jesi 3-1
Altino- Forlì 3-0
Riposa: Trevi

CLASSIFICA
Vtb Bologna 11
Altino 10
CSI Clai Imola* 9
Ravenna 9
Corridonia 7
Trevi* 6
Campagnola 5
Cesena 4
Forlì* 4
San Damaso 4
Clementina 2
Modena 1
Jesi* 0
Le squadre con l’asterisco (*) hanno già osservato il turno di riposo
 


💬 Commenti