B M. Girone D: Prima vittoria per Treviso, 3-1 sul Pradamano

VOLLEY TREVISO - CCR IL POZZO PRADAMANO 3-1 (25-19, 23-25, 27-25, 25-16)
VOLLEY TREVISO: Agapitos 5, Hristov 17, Barbon 24, De Lorenzi 0, Pozzebon 1, Sicco 11, Zorzi (L), Mazzocca ne, Filippelli 8, Cortesia ne, Murabito 6, Lazzaron 2, Menegazzo ne, Mondin(L).  All. Zanin.
PRADAMANO: Zanuttigh 5, Devetak 4, Ferrara (L), Buri 2, Forgione 9, Aita ne, Carpanese 3, Beltramino 0, Gottardo 3, Fregolent 0, Bensa 2, Cecutti 10, Feri 17, Dapit (L). All: Marchesini
Arbitri: Eleonora Nassiz di TS e Dario Dello Stritto di TS
Durata set: 28, 31, 35, 26 totale 2 ore
Volley Treviso: battute sbagliate 12, ace 10, muri 11, errori 30
Pradamano: b.s. 14, ace 4, m. 3, err 26

TREVISO - Arriva nella terza giornata di campionato, davanti al proprio pubblico, il primo successo della stagione per la serie B orogranata, che rompe finalmente il ghiaccio e centra la vittoria superando 3-1 il Pradamano. Una prova in crescendo per i ragazzi di Zanin, vincenti nel primo set ma in grossa difficoltà a inizio della seconda ripresa; non basta il bel tentativo di recupero per avere ragione dei friulani, che pareggiano il conto dei set e ingaggiano una lotta feroce anche nel terzo. Saranno gli orogranata ad avere la meglio (27-25), dopo aver sprecato un set point. Il quarto è quasi un monologo Treviso, con Hristo (MVP) e Barbon principali bocche di fuoco e Sicco a dare ancora equilibrio. È ancora tanta la strada da fare, ma l’attitudine positiva degli orogranata, che non è mai mancata sin dalla prima partita, ha iniziato a dare frutti e la vittoria è l’iniezione di fiducia che serviva. Prossimo turno fuori casa contro il Valsugana Volley. 

I set – Inizio punto a punto con Pozzebon che innesca bene Agapitos e gli ospiti che rispondono con gli attacchi di Buri e dei centrali. L’equilibrio viene spezzato da un buon contrattacco orogranata che mette in difficoltà la ricostruzione friulana (13-11). C’è un ulteriore allungo con un muro (14-11), poi Pradamano impatta con Buri e Feri sugli scudi (15-15). Ci pensa Filippelli a infastidire la ricezione degli ospiti, che fanno finire in rete due attacchi complicati (18-15). I trevigiani si aggiudicano un’azione lunga che fa bene al morale (22-19), poi Buri spara out (23-19). Il lungo e velenosissimo turno in battuta del neoentrato De Lorenzi fa il resto e a chiudere il set è il muro di Agapitos (25-19). 

II set – Black out in campo trevigiano a inizio secondo set: il turno in battuta di Bensa è letale e una serie di incomprensioni tra gli orogranata fanno scappare Pradamano sul 7-0. Entra Sicco e mette a terra subito due attacchi che fanno ripartire la squadra di casa. Con gli ace di Filippelli (7-11) e di Lazzaron (10-12) Treviso accorcia, poi è Treviso show con il mani-out di Sicco, il muro di Barbon e la pipe di Hristov (14-14). C’è anche il sorpasso (16-14) ma Pradamano, con Feri in primis, rimane a contatto (17-17). Barbon mette un ace in zona di conflitto e Filippelli mette giù il primo tempo del 20-18, ma con l’ace di Forgione è tutto da rifare (21-21). Nel punto a punto è Pradamano ad avere la meglio con gli attacchi di Cecutti e di Feri (25-23).

III set – Treviso soffre in ricezione ed è Pradamano a mettere la testa avanti (8-5). Un paio di buone difese ridà fiducia agli orogranata che impattano (8-8). La serie di servizi di Hristov continua e arriva il muro su Feri (10-8). C’è però il controsorpasso ospite e Zanin ferma il gioco. Con fatica, ancora su servizio di Filippelli, Treviso passa avanti (16-15). Barbon si prende il peso dell’attacco trevigiano in questa fase, da tutte le zone (21-19). Si va avanti punto a punto: Hristov conquista il set point con un attacco e un muro (24-23) ma Forgione annulla e il muro su Murabito inverte la situazione. Chiude Treviso 27-25 grazie ad un muro di Murabito e al contrattacco di Hristov.

IV set – Bella inerzia per gli orogranata nella quarta ripresa, con un Barbon ispirato in attacco e dai nove metri (7-2). Alcuni passaggi a vuoto del cambiopalla trevigiano però rimettono in gioco gli ospiti e Zanin richiama in panchina i suoi. Al rientro in campo Treviso riparte, con Hristov concreto in attacco (12-8). Barbon e Sicco gli fanno eco ed è 16-10. Pradamano cambia metà sestetto ma le cose non cambiano e arriva anche il muro di Filippelli (19-11). Il momento positivo di tutta la squadra continua, poi Hristov mette a terra il 24-15. L’errore in battuta dei friulani chiude la gara (25-16).

 


💬 Commenti