Le ragazze del Castellana Grotte
B1 femminile Girone F

Zero5 Castellana Grotte, è il momento della verità

28.04.2022 14:32

CASTELLANA GROTTE - Ci siamo. Per la Zero5 Castellana Grotte è arrivato un momento topico della stagione. In palio la permanenza nel campionato nazionale di serie B1 femminile contro la Duo Rent Terrasini (Pa). La squadra siciliana cercherà di sfruttare il fattore campo ed il vantaggio di un punto, ma la Zero5 non parte certo battuta. 
La Zero5 nello scorso turno ha battuto al tiebreak la forte Torrese, ma lo stesso ha fatto il Palmi proprio contro Terrasini. Questa doppia vittoria ha fatto rientrare nei giochi anche il San Salvatore, ma solo sul piano teorico, perché la squadra beneventana riceve in casa il Catania.
Tutto è ancora possibile per stabilire la quarta retrocessa tra San Salvatore, Terrasini, Zero5 e Palmi. Abbiamo fatto alcune proiezioni ufficiose tenendo conto dei parametri da considerare in caso di conclusione con una o più squadre a pari punti ed è venuto fuori quanto segue.
San Salvatore, 33. Inclusa solo per la matematica. Ospita Catania e le basta un punto per salvarsi direttamente.
Terrasini, 32. Ha un punto in più e gioca in casa, ma per salvarsi senza coda playout, deve obbligatoriamente vincere, anche solo al tiebreak, altrimenti playout sicuro da giocare con Zero5 se Palmi vince da 3, altrimenti con Palmi.
Zero5, 31. Se vince da tre è salva matematicamente. E’ salva anche se vince da due, tranne nel caso in cui Palmi vinca da 3, in questo caso ha il playout con Terrasini. In caso di sconfitta, con o senza punti, andrà al playout, ma anche questa volta con un’eccezione: è retrocessione diretta se perde senza punti e Palmi vince da 3.
Palmi, 31. Riceve il Melendugno, squadra tosta che si sta preparando ai playoff. Visto lo scontro diretto Terrasini-Zero5 (che darà punti all’una o l’altra squadra), ha una sola possibilità di evitare il playout: deve vincere da 3 e sperare che Terrasini faccia lo stesso. In tutti gli altri casi è playout.
Riepilogando, bisogna sperare che non ci sia la concomitante vittoria da 3 di Terrasini e Palmi, ma non manca la concreta possibilità della salvezza diretta. “Ancora una volta la Sicilia sarà arbitra del nostro destino -  commenta mister Massimiliano Ciliberti - la promozione in B1 l’abbiamo conquistata in Sicilia, ad Agrigento, nel ritorno dei playoff contro Aragona. Anche allora non partivamo favoriti. Le due squadre giocheranno la partita della vita e per questo motivo probabilmente non sarà una partita bella, ma sicuramente sarà combattuta. Noi andiamo lì tranquilli, forse un po’ stanchi per tutte le vicissitudini di quest’anno, ma le motivazioni non mancano. Andiamo li per vincere, sono partite che è bello giocare per la grande emozione che ti danno”.
Risultati della  terza giornata di ritorno (recupero) disputata sabato 23: 
Cutrofiano-Catania 0-3; Melendugno-Santa Teresa 0-3; Messina-San Salvatore 3-1; Cerignola-Arzano 0-3; Palmi-Terrasini 3-2; Zero5-Torrese 3-2. Classifica:
Messina 57 punti, Melendugno 49, Santa Teresa 44, Arzano 40, Torrese 38, San Salvatore 33, Terrasini 32, Zero5 e Palmi 31, Cerignola 15, Catania 7, Cutrofiano 0.
Programma del recupero della quarta di ritorno (sabato 30 aprile):
 San Salvatore-Catania; Palmi-Melendugno; Santa Teresa-Cerignola; Torrese-Messina; Arzano-Cutrofiano; Terrasini-Zero5.

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

La giovane WiMORE ferma la corsa di Forlì
Trevi con il sorriso verso l'ultima sfide della stagione con la Battistelli- Termoforgia Ancona