B1 Femminile

Play Off B1 F.: La Chromavis Abo inizia con il piede giusto. Espugnata Legnano

La squadra di Bolzoni piega in quattro set Legnano e sabato al PalaCoim proverà a conquistare il pass per la terza e ultima fase

15.05.2022 01:22

FO.CO.L LEGNANO-CHROMAVIS ABO 1-3 (23-25, 18-25, 25-18, 14-25)
FO.CO.L. LEGNANO: Roncato 4, Mazzaro 10, Fantin 12, Simonetta 7, Valli 13, Frigo 12, Brogliato (L), Marini, Broggio, Lenna (L). N.e.: Caprioli, Venegoni, Bonato, Cavaleri. All.: Uma
CHROMAVIS ABO: Pinali 10, Anello L. 17, Martinelli 20, Fedrigo 3, Cattaneo 7, Galletti 3, Porzio (L), Iani, Bortolamedi. N.e.: Tommasini, Cicchitelli (L), Provana, Maggioni. All.: Bolzoni
ARBITRI: Miggiano e De Benedetto

OFFANENGO – Inizia con il piede giusto l’avventura della Chromavis Abo nei play off di serie B1 femminile. Ieri sera la squadra di Giorgio Bolzoni ha espugnato in quattro set il campo di Legnano piegando la resistenza delle padrone di casa targate Fo.Co.L nel match d’andata della seconda fase. 
Qualche brivido nel primo set (avanti 2-7, poi sotto 22-18 e infine vinto 23-25), un secondo dominato, prima del ritorno di fiamma delle padrone di casa nel terzo. Infine, il quarto parziale, con Offanengo sugli scudi nonostante la rimonta milanese nella fase centrale. Questo il film della partita dove le neroverdi cremasche hanno saputo imporsi sull’avversario, mostrando una buona qualità di gioco. Mvp dell’incontro, l’opposta della Chromavis Abo Martina Martinelli, autrice di 20 punti e premiata a fine partita. Tanta sostanza anche al centro per Letizia Anello (17 punti con 80% in attacco e 4 muri), con il trio di doppie cifre completato dalla schiacciatrice Greta Pinali (10 punti).

Sabato i conti si regoleranno nel match di ritorno al PalaCoim di Offanengo (inizio ore 21): alla squadra di Giorgio Bolzoni basterà conquistare un punto (sconfitta al tie break), oppure vincere con qualsiasi risultato o ancora perdere 3-0 o 3-1 ma conquistare il golden set. Spettatrici interessate, le sarde del Capo d’Orso Palau, che hanno perso il duello contro Lecco (promossa in A2) e che ora torneranno in gioco sfidando poi la vincente tra Legnano e Offanengo.

LA PARTITA – L’avvio di Offanengo è ottimo, con la correlazione-muro difesa che rende difficile la vita alla Fo.Co.L. Martinelli brilla in attacco (7 i suoi punti totali nel set) e la squadra di Giorgio Bolzoni scappa sul 2-7. Time out locale, poi Legnano risponde, trovando la parità a quota nove con un muro firmando il sorpasso con Fantin. Le neroverdi non si scompongono e ritrovano il break (12-14), salvo poi scivolare sotto 16-14. Bolzoni ferma il gioco, ma l’ace di Fantin aiuta le milanesi a trovare li +4 (18-14). Il muro di Pinali offre una scialuppa di salvataggio a Offanengo (18-16), anche se poi l’aggancio non arriva: 21-18 e altro time out. Un attacco out di Anello vale il 22-18, poi la Chromavis Abo si riscopre implacabile: parziale di 7-1 con ace conclusivo di Pinali e primo set in cassaforte (23-25).

Nel secondo set, Offanengo sale sugli scudi soprattutto in attacco (chiuderà li parziale con il 40% di positività), trovando i giusti varchi soprattutto nel reparto laterale, scappando sul 4-8.  Time out Uma, ma un errore milanese decreta il +5 cremasco. Un ace con l’aiuto del nastro di Pinali allunga il gap (7-13), che poi torna di quattro unità dopo la parallela out di Fedrigo (9-13). Ancora Pinali a suonare la carica, con Offanengo che rialza i giri del motore e scappa sul 12-18. Secondo time out di casa, ma Greta è insuperabile tra attacco e muro sul turno in battuta di Cattaneo. Legnano prova disperatamente a reagire (16-21, time out Bolzoni), ma Offanengo fa buona guardia: 18-25 e 2-0 neroverde.

In avvio di terzo set, Legnano si affida all’esperienza e ai centimetri di Laura Frigo per piazzare il break iniziale sul turno in battuta di Simonetta (3-0). Mazzaro trova l’ace che convince Bolzoni a fermare il gioco sul 5-1. La Fo.Co.L, però, non rallenta, con Offanengo che invece stenta a sviluppare il gioco dei set precedenti (8-3). Bolzoni prova a mischiare le carte inserendo prima Iani per Galletti in palleggio e poi Bortolamedi per Fedrigo (cambi poi chiusi), ma le milanesi son saldamente in cattedra (16-11), complici i troppi errori ospiti (19-12). Anello e Pinali provano a dare la scossa (21-15), con un muro di Martinelli che aggiunge un mattoncino, ma il miracolo non arriva: 25-18 e partita riaperta.

La quarta frazione vede la Chromavis Abo sciogliere il braccio e partire meglio (3-5, muro di Cattaneo). Simonetta regala il +3 alle cremasche, che poi scappano sul 4-8. Offanengo batte, mura, difende e contrattacca, sembrando padrona della situazione: 5-11 e time out Uma. Legnano trova il muro del -4 (9-13, time out Bolzoni), che poi diventa -3 con un altro block, questa volta di Mazzaro. La sequenza di casa non finisce: muro di Frigo e ace di Simonetta (12-13).  Si lotta su ogni pallone, il clima agonistico sale di tono e Offanengo trova la forza per rilanciare (13-17). Fedrigo vince un contrasto a muro regalando il 14-19 (time out Uma), poi l’errore di Fantin vale il +6 neroverde. Legnano è alle corde e cede 14-25.

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA
Giorgio Bolzoni (tecnico Chromavis Abo): “E’ stata una bella partita, abbiamo avuto solo un calo nel terzo set, anche se forse è più corretto dire che Legnano è cresciuta, spingendo in battuta e mettendoci in difficoltà. E’ chiaro che dimenticare il match contro Lecco non era facile, però la squadra ha dimostrato di uscire a testa da questa partita. L’importante era offrire una bella prestazione, sono arrivati i tre punti anche se nei play off sono tutte partite secche e bisogna ragionare un match per volta. Sono contento della prova della squadra, quando riesce sa esprimere una bella pallavolo, anche se abbiamo commesso troppi errori, in parte dovuti anche al nostro tipo di gioco”.

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Play Off B2 femminile: Cabiate vince a Teramo
Play Out B: A Sassuolo, la Consar Ravenna centra la salvezza