A2 F.: Disco rosso per l’Hermaea a Busto Arsizio

Biancoblù sconfitte in tre set dalla Futura Giovani nel settimo turno dell’A2 Femminile

Scritto da Redazione Pallavolo.it  | 

7a giornata A2 Femminile Girone A
FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO - VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-0 (25-15 25-17 25-18)
FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Member-meneh 10, Botezat 8, Zanette 22, Fiorio 7, Tonello 11, Balboni 2, Mistretta (L), Badalamenti 2. Non entrate: Morandi (L), Pandolfi, Milani, Arciprete, Venco. All. Amadio. 
VOLLEY HERMAEA OLBIA: Bulaich Simian 5, Gannar 5, Schiro' 8, Miilen 7, Taje' 7, Bresciani 1, Barbagallo (L), Messaggi 1, Fontemaggi 1, Diagne. All. Guadalupi. 
ARBITRI: Marconi, Giorgianni. NOTE - Durata set: 21', 25', 23'; Tot: 69'. MVP: Zanette.
Top scorers: Zanette E. (22) Tonello V. (11) Member-Meneh L. (10) 
Top servers: Zanette E. (2) Schiro' C. (1) Taje' S. (1) 
Top blockers: Botezat A. (3) Gannar I. (1) Member-Meneh L. (1)

BUSTO ARSIZIO - Non arrivano ancora i primi punti esterni per l’Hermaea Olbia, che esce sconfitta in tre set sul taraflex di Busto Arsizio nel turno infrasettimanale del campionato di A2 Femminile. Di fronte a un avversario particolarmente ispirato grazie anche all’intraprendenza di Zanette, le aquile tavolarine non sono riuscite a dar seguito all’ottima prova di domenica contro Albese finendo per cedere i tre parziali sul 25-15, 25-17 e 25-18.

LA GARA – Busto Arsizio mantiene il vantaggio in avvio guidata dalle ottime soluzioni trovate da Zanette. L’Hermaea tiene il ritmo rispondendo colpo su colpo, poi accusa la prima accelerazione lombarda sul 9-5 (Member-Meneh a segno). Guadalupi spende il primo timeout, ma vede le sue doppiate nel punteggio in seguito al muro di Botezat su Schirò. Le aquile cambiano opposto inserendo Messaggi, ma il trend del set resta identico: la Futura Giovani allunga fino al +10 (17-7) e, approfittando di un’Hermaea lucida solo a sprazzi, chiude il set in maniera autoritaria con la giocata di seconda della palleggiatrice Balboni (25-15).

Le hermeine mostrano dei segnali di ripresa nei primi scambi del secondo game e conducono fino al 7-6 (mani out di Schirò). Poi, però, le padrone di casa prendono il sopravvento con la solita Zanette guadagnando un margine di 4 punti che fa preoccupare Guadalupi (12-8 e Fontemaggi in campo). Le biancoblù scivolano ulteriormente indietro sotto i colpi di Zanette e della statunitense Member-Meneh (20-13), poi provano a rialzarsi ma non possono nulla contro lo strapotere dell’opposto bustocco, che propizia la fuga definitiva (25-17 dopo la fast di Tonello).

Nel terzo set l’Hermaea riesce a tenersi a contatto in avvio (-2 sul 10-8), ma nella fase centrale del set paga qualche errore di troppo e va indietro di 5 lunghezze provocando il nuovo timeout di coach Guadalupi. In campo si vede anche Diagne, Busto però non lascia spazio a esitazioni di sorta (18-9 con ace di Badalamenti). L’ace di Tajè per il -6 è solo un lampo: le biancorosse infatti mantengono saldamente le redini e mandano in archivio la contesa sul primo tempo di Tonello che vale il definitivo 25-18.

HANNO DETTO
 “Non siamo mai riusciti a stare al loro livello – commenta coach GuadalupiBusto è stata molto concreta, ha battuto bene e attaccato ad altezze considerevoli, mentre noi non siamo riusciti a prendere le misure col muro difesa. La partita si è dunque incanalata quasi sempre su binari favorevoli alle nostre avversarie. Quando arrivava un parziale svantaggioso, inoltre, abbiamo aggiunto degli errori che non ci hanno permesso di rientrare. Peccato, speravamo di riuscire a giocare almeno sulle cose preparate in allenamento, invece dobbiamo fare ancora tanti passi avanti. Se di fronte c’è un avversario complicato che non concede nulla bisogna almeno rispettare quei dettami stabiliti prima della gara, altrimenti le conseguenze sono queste. La partita di oggi ci deve servire per crescere e prendere coscienza del gap che ci separa da squadre come Busto Arsizio. Se vogliamo colmarlo dobbiamo salire di livello su diversi aspetti del gioco”.


💬 Commenti