B2 F.: Volley Reghion, la ricetta di coach Pellegrino: "Agonismo, concentrazione e positività"

Si avvicina l’esordio in campionato: "Sono soddisfatto del lavoro fin qui svolto. Sarà un girone duro"

Scritto da Redazione Pallavolo.it  | 
Cesare Pellegrino

REGGIO CALABRIA - Lo scorso anno, da subentrato, ha condotto la Volley Reghion alla salvezza, trasferendo alle ragazze del presidente Minniti serenità e consapevolezza. Cesare Pellegrino, confermato tecnico della compagine reggina, dall’alto della sua prestigiosa e lunga esperienza nel mondo della pallavolo nazionale e internazionale, proverà a conquistare, con l’umiltà e le doti umane che lo contraddistinguono, lo stesso obiettivo anche in questa stagione. Il coach biancoblu non ha bisogno di presentazioni. Atleta di lungo corso con ben undici stagioni in Serie A, quattro finali di Coppa Italia, una finale di Coppa CEV e 70 presenze con la maglia azzurra tra juniores, under 23 e nazionale maggiore, da allenatore ha affrontato ben 23 campionati tra Serie B1 e B2 maschile e femminile. Ed ora è già pronto a tuffarsi in questa seconda avventura con la Reghion che prenderà il via il prossimo 8 ottobre in terra siciliana.

«Innanzitutto - spiega coach Pellegrino - consentitemi di ringraziare la società per la fiducia e per la riconferma. Il roster allestito mi piace. Stiamo lavorando per amalgamare le diverse esperienze delle giocatrici, alcune con trascorsi importanti nei campionati nazionali, altre all’esordio assoluto in B2. Il girone che affronteremo sarà più semplice da un punto di vista geografico per la relativamente breve distanza delle trasferte. Ma sarà abbastanza difficile, perché ogni squadra ha in organico una o due giocatrici di categoria superiore. Ogni match andrà affrontato “faccia a faccia” dall’inizio alla fine, con agonismo, concentrazione e con la giusta cattiveria».

Cesare Pellegrino si sofferma poi sulla preparazione fin qui svolta ed iniziata lo scorso 5 settembre, entrando nello specifico del lavoro svolto dalle sue atlete. «Ci stiamo allenando cinque volte a settimana - spiega il coach - con tanto dispendio di forze da un punto di vista fisico. Le ragazze sono sempre disponibili e sono soddisfatto del loro impegno. Siamo in una fase progressiva tra cardio, palestra, tecnica individuale, tattica, ripetizione dei fondamentali e conoscenza del gruppo. Servirà tempo per la giusta amalgama visto il roster quasi totalmente nuovo. Stiamo lavorando anche da un punto di vista mentale, per affrontare lo stress della partita. Le ragazze mi seguono e sono concentrate. Dobbiamo affinare il feeling con le palleggiatrici, entrambe nuove, e stiamo provando il sistema di gioco e le tattiche che ho in mente. Sto lavorando molto sulla precisione e sto cErcando di trasmettere tanta positività».


💬 Commenti