B2 femminile Girone G

Ripalta non decolla nella tana della capolista Rubierese

05.04.2022 12:24

Us Rubierese 3 - Cr Transport 1
Parziali: 25/15 24/26 25/18 25/17
RUBIERA: Ferrari 24, Gjoni 15, Faietti 14, Giva 11, Cattini 6, Losi 3, Cordella (L) / Allamprese. NE: Ferretti (L), Adjapong, Gariboldi, Farioli, Corsi.
All. Paolini - Vecchi
RIPALTA: Mandelli 16, Miglioli 13, Fusar Imperatore 13, Bassi 10, Palandrani 9, Laperchia, Coti Zelati (L) / Marchesi, Cremonesi, Alpiani. NE: Guercilena (L), Arfini, Picco.
All. Verderio - Vergine

RUBIERA - Due turni davvero impegnativi purtroppo lasciano Ripalta senza bottino. Dopo la sconfitta sull'inespugnato campo di San Damaso arriva quella con la capolista Rubierese, sempre su campo avverso. Due sconfitte che però non pregiudicano l'ottimo percorso della Cr Transport nella sua prima stagione nazionale. Il calibro e l'esperienza delle avversarie dirette, sia come squadra sia come esperienze individuali, il fattore principale che ha di fatto segnato in rosso questi due impegni. Ripalta ne esce però a testa alta. Grazie all'entusiasmante filotto da nove vittorie in dieci gare il team di Verderio ha messo insieme quel bottino che ad oggi permette di mantenere il terzo posto in classifica a pari numero di vittorie con la seconda forza del girone S.Damaso e soli cinque punti dalla zona PlayOff. 
Le Orange nella sfida di ieri hanno faticato ma non demeritato contro uno degli attacchi più prolifici (1646 punti all'attivo) dei 14 gironi di B2. In quattro set Ripalta mette a referto quattro attaccanti in doppia cifra e per un soffio non ci va anche Laperchia, a muro registra una delle migliori prestazioni (11 block) ed anche con la battuta è riuscita a pungere. Difficile però contenere la verve offensiva delle modenesi, soprattutto quella di una Ferrari in stato di grazia ed una Gjoni d'atra categoria capaci di mettere in croce la ricezione cremasca costringendo Coti Zelati, Bassi e Mandelli agli straordinari e rendere difficili le manovre di ricostruzione con conseguenti errori offensivi (11 err e 29%). 
Nel prossimo weekend le Orange osserveranno il turno di riposo tenendo d'occhio a cosa succederà sui campi di Collecchio e San Giorgio, teatro di due match pericolosi per la stabilità del ranking cremasco.

tratto da sportgrigiorosso.it 

 

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

CR Veneto: Finale U19 F, Vicenza non perdona, il primo titolo stagionale è biancorosso
Ostiano espugna Reggio Emilia al quinto set