B maschile Girone F

ErmGroup San Giustino prima nel girone F va a vincere a Civita Castellana. Viadana nei play off

01.05.2022 03:23

ECOSANTAGATA CIVITA CASTELLANA – ERMGROUP SAN GIUSTINO  1-3  (22-25, 24-26, 25-20, 20-25)
ECOSANTAGATA CIVITA CASTELLANA: Buzzelli 24, Simoni 12, Genna 8, Pasquini (L1) ricez. 64%, Cordano 3, Pollicino 1, Petri 5, Mezzanotte (L2), Buzzao 4, Gemma, Antonini 4. Non entrati: Scopetti, Rus, Bazzaro. All. Stefano Beltrame e Giuseppe Nicolini.
ERMGROUP SAN GIUSTINO: Cesaroni 12, Marra (L1) ricez. 50%, Daniel, Sitti 1, Conti 16, Sideri 7, Skuodis 8, Muscarà 7, Zangarelli, Cipriani 14. Non entrati: Ricci (L2), Cioffi, Stoppelli. All. Marco Bartolini e Mirko Monaldi.
Arbitri: Dalila Viterbo di Rosignano e Virginia Tundo di Bologna.
CIVITA CASTELLANA: battute sbagliate 19, ace 9, muri 6, ricezione 50% (perfetta 16%), attacco 43%, errori 39.
SAN GIUSTINO: battute sbagliate 18, ace 9, muri 16, ricezione 60% (perfetta 27%), attacco 44%, errori 32.
Durata set: 28’, 33’, 29’ e 30’, per un totale di 2 ore.

 CIVITA CASTELLANA - Non appagata dal primo posto già acquisito, la ErmGroup San Giustino tiene alta la concentrazione e legittima la supremazia nel girone F del campionato di Serie B andando a vincere per 3-1 a Civita Castellana l’ultima partita della stagione regolare. Un ko che ai laziali costa il secondo posto e la qualificazione ai play-off in favore dell’Arno Volley di Castelfranco di Sotto, mentre sarà il Viadana la prossima avversaria dei biancazzurri, che chiudono con 59 punti sui 66 disponibili, frutto di 20 vittorie in 22 gare (18 delle quali consecutive) e con l’imbattibilità esterna. 
Fuori dal palasport amico, la squadra di Bartolini e Monaldi ha conquistato 32 dei 33 punti totali. Al “Pino Smargiassi”, la ErmGroup è partita alla sua maniera, pizzicando in battuta e approfittando delle incertezze in ricezione dei locali, venuti fuori soltanto nel terzo set e rimasti in partita fin quando ha retto il loro trascinatore, l’opposto Buzzelli (24 punti), poi nella quarta frazione San Giustino ha di nuovo rialzato il muro e ha chiuso la gara. Un’altra prestazione positiva a livello di collettivo, con gli apporti di Rinaldo Conti e Nico Cipriani, ma anche della coppia centrale Muscarà-Cesaroni, non dimenticando le variazioni nel sestetto apportate da Bartolini, che ha dato spazio anche a Sideri.

SESTETTI - Stefano Beltrame, tecnico della Ecosantagata, schiera la diagonale Cordano-Buzzelli, al centro Simoni e Antonini, a lato Genna e Petri e libero Pasquini. Bartolini risponde con Sitti in regia, Cipriani opposto, Muscarà e Cesaroni al centro (Stoppelli è indisponibile), Conti e Skuodis alla banda e Marra libero. 

LA PARTITA - Si comincia ed subito 3-0 per la ErmGroup, con Antonini che in primo tempo sblocca i padroni di casa, i quali palesano difficoltà nel ricevere e lo si nota benissimo quando Muscarà piazza tre ace di fila, portando i suoi sull’11-6. C’è allora Simoni che in primo tempo tenta di ricucire lo strappo, ma due muri vincenti allargano il divario sul 15-7. Movimenti dalla panchina di Civita Castellana: dentro Pollicino per Petri e Buzzao per Antonini, anche se la musica non cambia e il muro di Conti su Genna firma il massimo vantaggio sul 18-9. Parziale recupero del Civita fino a 12, quindi fino al 16-19, quando Sideri rileva Skuodis. L’ultimo riavvicinamento, sul 19-22, si ferma all’ace di Simoni, perché una diagonale stretta di Conti e un contrattacco di Cipriani propiziano la vittoria, che arriva sull’errore in battuta di Pollicino per il 25-22 finale.

Pollicino e Buzzao per l’Ecosantagata e Sideri per la ErmGroup sono confermati in avvio di seconda frazione, che vede San Giustino operare il break con il muro di Cipriani su Genna, l’ace di Cesaroni e il contrattacco a segno di Sideri per il 5-2. Si apre tuttavia una fase nella quale anche la ricezione biancazzurra evidenzia qualche problema e ciò favorisce il riavvicinamento del Civita, che agguanta il pareggio (9-9) con un ace di Simoni e una invasione di Cesaroni, quindi trova il vantaggio con un altro servizio di Simoni che cade nella zona di conflitto. San Giustino è particolarmente falloso, va sotto sul 10-12 dopo un altro ace, stavolta di Buzzelli e quando sta per riequilibrare il punteggio viene fischiata a una doppia a Daniel. Cordano aggiunge un altro punto dai nove metri e Simoni è autore di due ottimi primi tempi che portano la situazione sul 18-16 per i laziali. La ErmGroup non molla: raggiunge la parità (19-19) con il muro di Cipriani su Pollicino e rimette il naso avanti (21-20) sul contrattacco di Genna, con palla che scorre sul nastro e termina fuori. Nel frattempo, sono rientrati fra i rossoblù sia Petri che Antonini. Il muro di Muscarà su Buzzelli (23-21) sembra virtualmente chiudere i giochi, invece Genna e una invasione risistemano le cose e il verdetto è affidato ai vantaggi: un sigillo di Conti con incertezza della difesa di casa e una doppia in palleggio rilevata a Pasquini danno ancora ragione alla ErmGroup, che va sul 2-0 con parziale di 26-24.

Si rientra con gli stessi effettivi che hanno chiuso il set precedente. Il Civita Castellana deve reagire, ma deve subito recuperare lo svantaggio di 2-4 (muro si Cesaroni su Petri) e un ace di Conti vale il 7-4 per San Giustino, che tuttavia si ferma di lì a poco, quando Simoni con il muro a uno su Cesaroni colma il gap sull’8-8 e prima Genna e poi una invasione di Sitti ribaltano la situazione sul 10-8. A questo punto, entra più che mai in scena Buzzelli con un paio di punti preziosi, ai quali si aggiunge quello di Petri in diagonale su una ricezione lunga. Siamo sul 14-10 e allora Bartolini decide di inserire Skuodis per Conti e Zangarelli per Cesaroni. Buzzelli subisce un muro e sull’azione successiva non va oltre la rete (16-14), ma si riscatta con il muro del 19-15, che diventa 20-15 sulla parallela fuori bersaglio di Sideri. Un pasticcio difensivo allunga il margine a +6 per il Civita, che ha sempre Simoni pronto e a nulla servono i rientri di Cesaroni e Conti per il San Giustino: Petri con un mani fuori e Buzzelli in contrattacco consegnano i punti del 25-20 che riapre la partita.

Nella quarta frazione, Bartolini ripropone il 6+1 di base e l’allungo iniziale della ErmGroup (4-1) è subito rintuzzato. Buzzelli piazza l’ace del 6 pari e sempre dai nove metri è Petri a portare per un momento in vantaggio (8-7) l’Ecosantagata, i cui giocatori cominciano a credere nel set che significherebbe qualificazione. A rompere gli equilibri in maniera definitiva a beneficio di San Giustino è allora Skuodis con due ace consecutivi (10-8) e il break di vantaggio è ben gestito dalla capolista, che allunga con il primo tempo di Cesaroni e con due muri di seguito su Buzzelli, fino ad arrivare al 18-13. Buzzelli subisce un altro muro da Cesaroni e anche Petri si vede chiuso da Conti: sul 22-18 in suo favore, la ErmGroup ha messo le mani sul match e l’invasione di Petri è un ulteriore gradito regalo. Un attacco di Cipriani e la schiacciata sbagliata da Buzzelli decretano sul 25-20 il 3-1 della ErmGroup, che ora dovrà pensare al Viadana, mentre dall’altra parte si sfideranno Castelfranco di Sotto e Mirandola. Da queste quattro formazioni, uscirà una delle sei promosse in A3. 

Marco Bartolini ha parole di elogio per i suoi giocatori: “Abbiamo garantito la massima regolarità di questo campionato – sottolinea il tecnico della ErmGroup San Giustino – e ora lo posso dire: siamo stati protagonisti di una bella impresa, suggellata dalle ultime vittorie negli scontri diretti e senza una sola sconfitta in trasferta. Ciò significa che, quando all’inizio abbiamo perso le due gare interne, eravamo i veri avversari di noi stessi. Non c’era ancora quella mentalità di gruppo che si è andata poi formando, anche perché comunque di elementi nuovi ce n’erano diversi e si apriva una nuova pagina per la squadra che mi è stata affidata. A Civita Castellana abbiamo dato un’altra bella dimostrazione, anche se qualche situazione deve essere migliorata in vista dei play-off, dove molto si giocherà sui cambi palla”.

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Chiusura con un successo per l'Arredo Frigo Valnegri
L'Emilbronzo 2000 Montale chiude la regular season battendo Ostiano. Ora i play off