Giovanile

Perugia: la Sir under 19 a un passo dalle migliori sedici d'Italia

26.05.2022 10:29

PERUGIA - Esce ad un passo dalle migliori sedici d’Italia la formazione under 19 della Sir Safety Monini Perugia, frutto della collaborazione tra le realtà pallavolistiche di Perugia e Spoleto. I giovani Block Devils si fanno davvero onore nelle finali nazionali di categoria in corso di svolgimento in Abruzzo, sfiorando il primo posto nel proprio girone della prima fase. Dopo le belle e convincenti vittorie di martedì entrambe con il punteggio di 3-0 contro i sardi del Decimomannu ed i laziali della Pol. Roma7, è diventato decisivo lo scontro di ieri contro i lombardi della Pallavolo Milano Vittorio Veneto, anch’essa a punteggio pieno dopo le prime due partite. I bianconeri, guidati in panchina da coach Fontana e dal vice Di Titta, vanno sotto di due set contro una formazione molto equilibrata e fisicamente importante. I ragazzi però non si perdono d’animo e, guidati dal proprio capitano Francesco Guerrini (38 punti alla fine per lo schiacciatore bastiolo da poco convocato in nazionale juniores), reagiscono con cuore e determinazione portando la contesa al quinto set. Anche nel tie break Milano scappa via ed arriva fino all’11-14. Ancora una volta i bianconeri dimostrano grande carattere, rimettono tutto in discussione e portano il parziale ai vantaggi. Perugia ha anche due match point, alla fine la spuntano i lombardi 18-20.
Alla Sir Safety Monini Perugia resta certamente il rammarico per un obiettivo importante sfumato davvero per un soffio, ma anche la consapevolezza della crescita esponenziale di questo gruppo ed in generale del movimento giovanile.
È questo anche il pensiero del tecnico della formazione under 19 Carmine Fontana:
“Prima di tutto ci fa molto piacere l’esperienza che hanno vissuto i ragazzi in questa finale nazionale. Ovviamente c’è del rammarico per il risultato e per aver mancato la seconda fase davvero per due palloni. La squadra nel complesso ha fatto vedere buone cose, abbiamo perso alla fine e quindi sicuramente c’era anche qualcosa che potevamo fare meglio come è normale nel giovanile. Mi dispiace per l’infortunio subito dal nostro opposto Davide Diaferia che non gli ha permesso di poter giocare e soffrire insieme ai compagni in queste finali nazionali, ma anche questo fa parte dello sport. Chiudiamo questa finale nazionale under 19 con la conferma che abbiamo delle qualità anche a livello nazionale e contenti per i nostri ragazzi che si sono potuti mettere in mostra in una vetrina nazionale. Naturalmente bisogna sempre migliorare e noi dovremo cercare di farlo per trovare quello step che ci manca per salire ancora al livello delle prime dodici d’Italia. Questo è l’obiettivo che dobbiamo porci per il futuro come settore giovanile”.

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Playoff B2F: Rubiera, tutto pronto per volare in Sicilia
Finals U19 M: Il programma di venerdi 27 maggio