A3: La Stadium tenta di uscire dal suo momento difficile

Scritto da Redazione Pallavolo.it  | 
Giovanni Bellei

MIRANDOLA - Decima giornata di campionato per Stadium che affronta in casa propria i secondi della classe di Vigilar Fano, prima di ripartire per lo scontro salvezza che li attende a San Donà di Piave nella seconda partita di Dicembre.

La rosa pesarese, come se non bastasse la posizione che occupa in classifica, arriva a Mirandola con un passo particolarmente positivo: l'unica sconfitta risale alla prima giornata ovviamente ad opera dell'inarrestabile Abba Pineto, mentre l'ultimo punto gli è stato strappato il 30 Ottobre dalla Geetit Bologna, sconfitta al tiebreak.
“Personalmente non conosco la squadra - dice lo schiacciatore ora supplente opposto Giovanni Bellei - però sicuramente, vista la classifica sono una squadra ben strutturata in cui figura anche uno dei migliori schiacciatori del girone, il tedesco Marks”.

Il numero 7 di Stadium non si sofferma però troppo sulla squadra avversaria: “Dobbiamo pensare a noi e recuperare la nostra identità, che è quella che ci ha permesso di stupire il nostro pubblico. So che non è facile quando si è in difficoltà, però siamo un gruppo con grande carattere. Questa settimana dobbiamo fare in modo di poter uscire dal campo a testa alta comunque vada, giocando una pallavolo di qualità”.

Il calendario non sorride alla Stadium, che si è trovata ad affrontare tutte le squadre da metà classifica lontano dalle mura amiche e dal tifo che sempre l'ha supportata, mentre è stata costretta ad affrontare delle corazzate in casa propria: oltre alle due partite vinte, al PalaSimoncelli abbiamo visto solamente il podio attuale del campionato: Pineto, Fano e Macerata, mentre tutti gli scontri salvezza sono stati affrontati in trasferta.

Per porre rimedio a queste trasferte avare di punti e soddisfazioni ci sarà ancora tanto da aspettare: squadre come Monselice concederanno la rivincita ai mirandolesi solo verso la fine di Febbraio, ma la società si sta preparando a mostrare il suo valore. È infatti stata riaperta la campagna abbonamenti, con un'offerta che permette ai tifosi ritardatari di acquistare un abbonamento valido a partire dalla gara di Santo Stefano, per supportare i propri beniamini in gialloblu nelle rivincite del girone di ritorno.
La gara di questa settimana potrebbe essere inoltre l'ultima con Mirandola orfana di Francesco Ghelfi.
"Mi sento bene, sono 10 anni che aspetto questa stagione e ormai ho strappato l'ultima pagina del calendario, quasi non ci credevo quando mi hanno comunicato la durata della convalescenza e quasi non ci credo ora che posso dire 'è l'ultima settimana che sto fermo'. Finalmente sono pronto alla Lega Pallavolo". Queste le parole del numero 9, 32 anni ma emozionato come un ragazzino che vede così vicino ma al contempo così lontano l'esordio in A3.

Ultima partita da spettatore quindi a Sabato 3 Dicembre, nell'anticipo contro Vigilar Fano, che potrebbe concludere il digiuno di campo dell'all-time scorer della pallavolo modenese.


💬 Commenti