B M. Girone E: Paoloni Macerata - Sabini Castelferretti 3-2

PAOLONI VOLLEY MACERATA – PALLAVOLO SABINI CASTELFERRETTI 3-2 (19-25, 25-19, 23-25, 25-23, 15-9)
VOLLEY MACERATA: Sigona, Tobaldi, Biagetti, Uguccioni, Leoni (L1) (K), Meschini (L2), Persichini, Storani, Stella, Angiolini, Corradini, Paoletti. All. Giganti – Cappelletti.
SABINI: Beni, Corinaldesi, Freddi, Galdenzi, Giaccaglia (K), Giuliani, Mancinelli, Mariotti, Pettinari G., Pirani, Rinaldi, Marchetti (L1), Palazzesi (L2). All. Fabbietti-Silvestrini.
ARBITRI: Ballatori-Marani

MACERATA – A meno di un anno di distanza torniamo al Fontescodella ma stavolta strappiamo un punto platonico per la nostra classifica: partita lunga degna della storia tra la Sabini e le società marchiate Paoloni (per una dozzina d’anni sfide infinite in Serie B2 a cavallo degli anni 2000 quasi sempre per le posizioni di vertice quando però la Paoloni giocava ad Appignano la domenica pomeriggio), infatti si è andati oltre le due ore di gioco che hanno infiammato gli spettatori presenti. 

La formazione castelfrettese è confermata (Giuliani-Beni; Mancinelli-Corinaldesi; Giaccaglia-Galdenzi; Marchetti) e sull’onda del successo sul quotato Potentino all’esordio, parte forte senza strafare, limitando gli errori che saranno presenti solo sottoforma di invasioni a rete: Macerata fatica ad entrare in partita, andando sotto addirittura 14-8 ed insegue il Castello per tutto il primo set e non riuscirà a rimontare. 

Pronta reazione della Paoloni che approfitta del momentaneo calo degli ospiti volando sul 5-1 in proprio favore: con pazienza i castelfrettesi, nelle cui fila entra Pettinari per Galdenzi e Mariotti per Corinaldesi, trovano la forza di avvicinarsi ed addirittura di fare un parziale molto consistente che li porta a condurre sul 17-15. Macerata si carica agonisticamente e con una prova da grande squadra rimonta restituendo il parziale d’esordio ed impattando i conti: purtroppo i biancazzurri non hanno saputo fronteggiare ai ruggiti sottorete di Stella e Tobaldi, sobbarcandosi di errori gratuiti. 

Terzo set che prosegue con continui capovolgimenti di fronte: l’8-7 biancorosso è a seguito di un cartellino rosso all’allenatore Fabbietti, momento che scuote la Sabini, la quale, pur inseguendo nel punteggio, con le unghie resta in partita: gli ingressi di Mariotti e Rinaldi danno solidità alla seconda linea (come nel set precedente) così i biancazzurri grazie ad un paio di difese super di Marchetti trovano le energie mentali per rimontare una situazione complicata e passare a condurre nel conto parziali. 

Il quarto set prosegue come il precedente: nessuna delle due squadre molla di un centimetro. Castelferretti sciupa ben tre occasioni sopra quota 20 per assestare il colpo del ko ed i locali, trascinati da un Paoletti (unica novità del sestetto+1 rispetto all’anno scorso ed arrivato da Montecassiano di Serie C) in serata di grazia rimontano nuovamente restituendo curiosamente il punteggio del parziale precedente. 

Il quinto e decisivo set vede protagonista fin da subito la squadra più esperta che prima parte fortissimo poi controlla la sfuriata biancazzurra fino al cambio campo che vede Macerata avanti 8-6 dopo un’azione contestatissima dagli avversari: a questo punto i biancazzurri terminano le energie nervose per reggere il finale e la Paoloni batte la Sabini 3-2 rilanciando le proprie ambizioni di vertice dopo lo scivolone all’esordio ad Osimo. 

Nulla di grave per i biancazzurri, attesi ora dalla trasferta in casa dei baby Lube, giovanissima compagine neopromossa rappresentante il vivaio della squadra Campione d’Italia. Appuntamento sabato prossimo all’Eurosuole di Civitanova ore 18.00.

 


💬 Commenti