B M. Girone C: Ama batte Ravenna per 3-0 alla Bombonera, primi tre punti stagionali

Ama San Martino

AMA SAN MARTINO - PIETRO PEZZI RAVENNA 3-0 (25-18, 25-20, 25-22)
Ama San Martino: Zambelli 6, Cassandra 10, Zappalà 5, Porta 14, Brizzi 10, Morselli 10, Bonfiglioli (L), Gozzi, Righi, Fregni (2L), Lorenzini, Caffagni, Petratti, Santini. All. Baraldi
Pietro Pezzi Ravenna: Minniti 3, Cerquetti 10, Cardia 11, Raggi 8, Taglioli 16, Tapparo 9, Marchini (L), Brunelli, Camerani, Anconelli, Gardini, Ciccorossi (2L), Foschini. 
Durata: 21’, 26’, 26’. Tot. 1h23’
Ama San Martino: ace 7, service error 12, ricezione 64%, attacco 50%, muri 7.
Pietro Pezzi Ravenna: ace 1, service error 8, ricezione 59%, attacco 36%, muri 5.

SAN MARTINO - Seconda giornata di campionato e prima casalinga da manuale per la serie B dell’Ama San Martino che davanti al pubblico amico della Bombonera ha sfoderato la gara perfetta battendo la Pietro Pezzi Ravenna per 3-0. Nessuna sbavatura infatti per la formazione del coach Francesco Baraldi che si è messa così in tasca i primi tre punti stagionali muovendo la classifica che ora la vede a metà classifica, settima su quattordici squadre. La prima stagionale nella mitica “Bombo” ha fatto registrare il tutto esaurito in un susseguirsi di emozioni e colpi da manuale con l’opposto Porta miglior realizzatore degli All Blacks con 14 punti seguito a ruota dagli schiacciatori Cassandra e Brizzi con 10 proprio come il centrale Morselli, scatenato in diagonale con Zappalà. Ad orchestrare tutto al palleggio sempre lui, Zambelli, libero il guerriero di mille stagioni Bonfiglioli.  

“Siamo davvero felici della nostra prestazione, volevamo questa vittoria a tutti i costi – spiega il coach dell’Ama Francesco Baraldiquesti tre punti ci volevano per il morale e per la classifica, soprattutto davanti al nostro pubblico al quale siamo felici di aver regalato un bel pomeriggio di volley. Nel primo set abbiamo avuto cambio palla molto fluido che ci ha permesso di incamerare molti punti. Ci siamo concessi qualche errore di troppo al servizio ma il muro-difesa era ben organizzato e ci ha permesso di condurre il gioco. Nel secondo è stato più faticoso gestire il loro opposto, Taglioli, ma ce lo aspettavamo: qui a fare la differenza è stato il servizio, costringendoli a tenere la palla staccata da rete leggerlo è stato più facile. Nel terzo set Ravenna si è giocata la carta secondo alzatore che subito ci ha messo in difficoltà cambiando impostazione ma siamo stati bravi ad adattarci al nuovo gioco: i tre muri segnati sul finale sono stati decisivi per chiudere il discorso. Complimenti davvero a tutti i ragazzi, ora rimettiamoci a lavorare a testa bassa per la trasferta di Asola”.

La terza giornata di campionato vedrà infatti l’Ama andare in provincia di Mantova contro la Kema Asola Remedello alle 20.30 di sabato 22 ottobre. Neopromossa, la formazione mantovana ha già 5 punti in classifica guadagnati contro Legnano e Sab Group Rubicone. 


💬 Commenti