B2 femminile Girone F

Coraggio e personalità: lupe a testa alta con la prima della classe

13.02.2022 16:01

PALLAVOLO BELLUNO-BLU TEAM PAVIA DI UDINE 0-3 (16-25, 17-25, 18-25) 
PALLAVOLO BELLUNO: Cristante 1, Fioretti 15, Fantinel 9, Casagrande 3, Giacomini, Zago 11; Lozza (L), Ingrosso (L), Buzzatti 1. Allenatore: D. Pavei. 
BLU TEAM PAVIA DI UDINE: Cozzo 15, Trevisiol 2, Farnia 8, Lombardo 16, Bertolla 3, De Stefano 7; Moretton (L), Martina, Brumat. N.e. Sirch, Lazzarini, Pecorari (L), Andreon. Allenatore: S. Castegnaro. 
ARBITRI: Roberto De Benedetto e Fabrizio Ghirardini. 
NOTE. Durata set 21’, 27’, 28’; totale 1h16’. Belluno: battute sbagliate 7, vincenti 5, muri 6. Blu Team: b.s. 3, v. 4, m. 8.

BELLUNO - A testa alta contro la dominatrice del campionato femminile di B2: la Pallavolo Belluno si arrende in tre set, ma complica e non poco la serata del Blu Team Pavia di Udine. Ovvero di una squadra che, al palasport De Mas, è riuscita a infilare il decimo successo in dieci partite disputate. In più, oltre a essere imbattuta, la compagine friulana ha lasciato per strada un solo e singolo parziale in tutta la stagione. 

Insomma, non era di certo questa la gara su cui costruire il cammino salvezza. Almeno in termini di punti. Perché le risposte sono arrivate in gran quantità. E tutte positive: «La differenza tecnica non si discute - argomenta coach Dario Pavei - ma abbiamo espresso una buonissima pallavolo, facendo quel che dovevamo e potevamo fare. Dal punto di vista tattico, le ragazze hanno seguito alla lettera le indicazioni». 

Dopo il lungo stop era importante rompere il ghiaccio: “Ed è meglio averlo rotto contro il Blu Team, in un match in cui non avevamo nulla da perdere. Sono contento - prosegue Pavei - anche perché abbiamo limitato il numero di errori e siamo sempre stati sul pezzo”
Pure nel terzo atto, nonostante lo svantaggio di 6-1: “Siamo risaliti fino all’8-8. E abbiamo chiuso a 18: numeri non banali contro avversarie di questo valore”

Da evidenziare l’esordio in maglia bellunese della centrale Cristina Giacomini, così come la brillante prova di Fioretti (15 punti e 2 muri per lei), mentre nel ruolo di libero si sono alternate Lozza e Ingrosso. E in posto 2, hanno ben figurato Casagrande e Buzzatti. “Da qui in avanti, però, è necessario osare - conclude il coach dolomitico -. Se vogliamo migliorare la nostra classifica, dobbiamo avere coraggio”. 

Archiviata la sfida con la corazzata friulana, è tempo di guardare avanti. Al prossimo impegno, ancora di fronte al pubblico amico del De Mas. Perché sabato prossimo (sempre ale 18.30), le lupe saranno opposte alla Virtus Trieste, in uno scontro diretto da non fallire. A maggior ragione dopo il blitz dell’andata, in terra giuliana. 

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Palau troppo forte, Parella ko in casa della capolista
Ritorno in palestra con il sorriso per la Lucky Wind Trevi