Una fase del match di Andata tra Arno Castelfranco e San Giustino
B maschile Girone F

San Giustino, il big match contro l'Arno dell'ex Mattioli vale una stagione

23.04.2022 14:10

SAN GIUSTINO - La sospensione di gennaio per il Covid-19 ha finito con il disegnare un finale “thrilling” nel girone F del campionato di Serie B maschile. Sono in tre a giocarsi i due posti utili per i play-off e si scontrano fra di esse in partite che hanno il sapore di autentici spareggi. La Imballplast Arno 1967 di Castelfranco di Sotto (ospite sabato 23 aprile del palasport di San Giustino, con inizio alle 17 per la contemporaneità di orari stabilita dalla Lega negli ultimi due turni) ha battuto per 3-0 nel turno pre-pasquale l’Ecosantagata Civita Castellana, per cui la ErmGroup San Giustino diventa più che mai “arbitro” del proprio destino in un arrivo allo sprint nel quale a fare la differenza potrebbe essere anche un solo set. Ai biancazzurri serve un punto, che però debbono conquistare nella sfida interna contro i forti pisani per risolvere il rebus anche del primo posto nel girone, poiché a Civita Castellana sarà senza dubbio più difficile e anche il punto “famoso” potrebbe non essere sufficiente per concludere in testa, quindi riporre le speranze in una vittoria esterna nella giornata conclusiva diventa senza dubbio più rischioso. Ecco perché il presidente e direttore sportivo Goran Maric rivolge un accurato appello agli sportivi: “Per l’occasione, torneranno i convittori del “Regina Elena” di Sansepolcro – ricorda – e poi verranno gli alunni della elementare di Cerbara e i ragazzi del nostro settore giovanile accompagnati dai genitori, ma mi aspetto una bella risposta anche dai sostenitori di San Giustino. Stiamo inseguendo di nuovo il sogno della A3, svanito lo scorso anno allo spareggio e stavolta ce la possiamo fare, ma abbiamo bisogno anche del calore del paese, che dovrà sostenerci in una sfida che potrebbe valere un’intera stagione”. Peraltro, tornerà da ex a San Giustino una vecchia e gradita conoscenza: Francesco Mattioli, schiacciatore della Vivi Altotevere in A1 nella stagione 2012/2013 e compagno di squadra di Goran Maric, che adesso allena la formazione di Castelfranco di Sotto, potendo contare su calibri quali Da Prato (uno fra gli opposti più temibili del girone), il palleggiatore Berberi, il laterale Nicotra e la coppia centrale Testagrossa-Samminiatesi. “Come sempre, dobbiamo pensare a noi stessi – ha dichiarato l’allenatore della ErmGroup, Marco Bartolini ma sono fiducioso sui giocatori, che stanno tutti bene fisicamente. Siamo reduci da 16 vittorie di fila (soltanto una da 2 punti) e confidiamo anche sul fattore campo; siamo altresì consapevoli della consistenza dei nostri avversari, di fronte ai quali alzeremo bandiera bianca solo se sul campo dimostreranno di avere qualcosa in più. Sta comunque a noi il compito di metterli in condizione di dare il massimo. Partiamo dal vantaggio di una classifica migliore, anche se questo benedetto punto ce lo dobbiamo garantire stavolta”. Relativamente alla formazione, le uniche sicurezze sono la diagonale Sitti-Cipriani e il ruolo di libero affidato a capitan Marra; per il resto, vi è abbondanza: Conti, Skuodis e Sideri si contendono il posto alla banda, mentre Muscarà, Cesaroni, il rientrante Stoppelli e Zangarelli sono le soluzioni al centro. La gara-clou della penultima giornata sarà diretta dal primo arbitro Antonino Di Lorenzo di Palermo e dal secondo arbitro Filippo Erman di Napoli, in quello che si preannuncia un pomeriggio di grande pallavolo all’impianto di via Anconetana.

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

Lucky Wind Trevi a Pomezia per blindare il quinto posto. Pontine in cerca di punti playoff
WiMORE Energy Parma prova a riprendersi il terzo posto contro la lanciatissima Forlì