B Girone H: NVG Joyvolley, un punto a Galatina contro Allianz Galatone

Sconfitta al tiebreak per i biancoazzurri nella sesta giornata del girone H di serie B maschile di pallavolo

GALATINA – Un punto prezioso al termine di una partita combattutissima con la NVG Joyvolley che è stata capace di rimontare due set, ma poi non ce l’ha fatta a mettere la zampata finale al tie break (25-23, 25-19, 15-25, 21-25, 15-7).

 Dopo oltre due ore e mezza di gioco Cazzaniga e compagni perdono a Galatina contro l’Allianz Galatone nella sesta giornata di serie B maschile di volley ma, grazie al punto conquistato, restano al secondo posto nella classifica del girone H con 12 punti alle spalle della coppia Grottaglie e Leverano (18).

 Gioia scende in campo con capitan Cazzaniga, Meleddu e Gabriele, Porro, Astarita, il libero Bisci e Illuzzi in cabina di regia.

Primo set. Subito Gioia con capitan Cazzaniga che al servizio mette in difficoltà gli avversari e finalizza in attacco. C’è grande equilibrio fino al 3 pari, poi, un attacco sbagliato di Gioia e due muri vincenti di Galatone, portano i salentini a +3. I padroni di casa continuano ad approfittare di qualche disattenzione gioiese e sul 7-3 Coronelli chiama il time out, ma Galatone continua a salire (8-3 e poi 9-4, complice un servizio out di Porro). Il bolide in attacco di Lello Gabriele e il servizio vincente di Illuzzi riportano Gioia a -3 (9-6 e poi 10-7), i biancoazzurri non riescono a essere continui in battuta e restituiscono il cambio palla agli avversari (11-8) con il servizio in rete di Gabriele. Galatina gestisce il vantaggio e lo aumenta (13-8). Ci pensa capitan Cazzaniga in battuta ad accorciare le distanze (13-10). Ma non basta. Galatone sa che non deve distrarsi per non concedere spazi alla NVG (15-10). I biancoazzurri però non cedono e sul servizio di Astarita si ripotano sotto (15-13). Galatone chiama il time out per provare a spezzare il ritmo del sestetto gioiese e ci riesce. Astarita manda fuori il servizio e gli avversari e salgono 16-13. Gioia si aggrappa a Cazzaniga e torna a -2 (17-15), i padroni di casa però non concedono quasi nulla e scappano via (20-15). Coronelli con un altro time out prova a scuotere i suoi, ma è sempre Galatone a condurre con un grande Zanettin (21-16 e poi 22-17). Sul 23-18, al termine di un punto lunghissimo, Cazzaniga mostra i muscoli del capitano, firma il cambio palla (23-19) e va al servizio mettendo a terra quattro ace di fila (23-23). Straordinario lo schiacciatore che trascina la squadra al pareggio. Non basta però: il primo set point è di Galatone che subito lo finalizza (25-23).

Secondo set. Gioia mette in campo il giovane Luca Paglialunga. Garofalo al servizio per Galatone firma subito il primo punto, ma poi manda in rete la battuta (1-1). Il secondo parziale è una fotocopia del primo. Dopo un momentaneo equilibrio Galatone sale subito a +4 (6-2). Coach Coronelli chiama il time out per provare a sistemare immediatamente le cose, ma cambia poco, anzi Galatone sale a +5 (10-5 e poi 12-7 e 15-10). Gioia ci prova: recupera tre punti (15-12) e i padroni di casa chiamano il time out. Alla ripresa del gioco Gioia resta indietro (19-14). Questa volta sono i biancoazzurri a chiamare il time out. Non cambia molto (20-14 e poi 21-15). Paglialunga quasi da solo accorcia le distanze di Gioia (22-19: attacco vincente e due bolidi in battuta). I biancoverdi chiamano il time out ed ottengono il cambio palla (23-19) e la prima palla del set (24-19) e anche in questo caso basta per chiudere il parziale (25-19).

Terzo set. Sul servizio di Cazzaniga Gioia va avanti 0-2. Per la prima volta nell’incontro sono i biancoazzurri a condurre (1-4 e 2-5). Galatone prova a retare al passo, ma Gioia amministra il vantaggio 4-8 e poi 6-10. I biancoazzurri crescono in tutti i fondamentali (7-12 e poi 8-14) e sono bravi ad approfittare degli spazi che i biancoverdi concedono. Si va al time out richiesto dai padroni di casa, ma è ancora Gioia a dominare e a salire sul servizio di Porro che mette in difficoltà gli avversari e consente al sestetto gioiese di costruire e finalizzare (9-18). Ora funziona quasi tutto bene nel roster con i biancoazzurri che resistono agli attacchi di Galatone ricevendo e murando bene (14-23). La battuta in rete dei biancoverdi regala alla NVG il primo set ball subito finalizzato al servizio da Luca Paglialunga (15-25).

Quarto set. Sul servizio di Garofalo il primo punto è di Gioia grazie all’attacco vincente di Paglialunga che buca il muro avversario. Galatone però non vuole commettere l’errore del terzo set e pareggia subito i conti (1-1). Si prosegue appaiati con una serie di sbagli e contro sbagli al servizio (3-3). Sulla battuta di Anselmo Gioia riesce ad allungare di due punti (4-6), ma Galatone non ci sta (6-6). Si prosegue in equilibrio (8-8), ma con Paglialunga al servizio la NVG sale 8-11. Porro va in battuta sul 9-12 e Meleddu finalizza in attacco (9-13). I padroni di casa chiamano il time out, ma non cambia molto. Anselmo con un diagonale potente segna il 10-14 e poi l’11-15. Cazzaniga mette a terra il 16mo punto e con Meleddu al servizio Gioia arriva a 12-17. Ancora il capitano segna il punto numero 18 e si porta al servizio. La prima battuta è vincente (13-19), la seconda è incisiva, ma Galatone è bravo a infilarsi nella difesa di Gioia (14-19 e poi 15-19). Coach Coronelli chiama il time out, ma Galatone accorcia ancora (16-19). Ci pensa Cazzaniga a firmare il cambio palla (16-20). I biancoverdi provano a restare attaccati al set, il duo Iluzzi-Porro funziona e Gioia riesce ad amministrare (17-21 e poi 18-22 con Cazzaniga che si infila nel muro di Galatone). Anselmo firma il 23mo punto, Galatone corre ai ripari con il time out, ma Gioia non si disunisce (18-24) con Bisci che è ottimo in ricezione e il resto del gruppo bravo a costruire. Galatone annulla le prime tre palle del set (21-24), ma nulla può il muro biancoverde sull’attacco di Anselmo (21-25).

 Quinto set. Sul servizio di Cazzaniga il primo punto è firmato da Galatone che sale subito 3-0. Il muro fuori sull’attacco di Paglialunga regala a Gioia il primo punto (3-1). Gioia accorcia (4-2) e sul servizio di Porro si riporta a -1 (4-3). Galatone però sa che non può farsi sfuggire la partita e ottiene il cambio palla (5-3). Allo stesso tempo Gioia non vuole perdere e prova a restare attaccata al set. Galatina è sempre avanti. Si cambia campo sull’8-5 e Zavattin trascina i suoi a +4 (9-5). Coronelli chiama il time out, ma è ancora Zavattin a fare grande Galatone (10-5). I biancoverdi sono galvanizzati dal vantaggio e trascinati dal pubblico arrivano a +7 (12-5). Gioia non riesce a trovare uno spiraglio, dalla panchina il coach chiama di nuovo la pausa, ma non cambia molto. Il vantaggio è ormai consistente e Russo con il servizio al salto firma il 15-7.


💬 Commenti