B maschile Girone M

Vittoria di cuore per la Volo Saber Palermo 3-1 contro Lamezia

Al Pala Oreto i neroverdi del presidente Locanto stravolgono il pronostico della vigilia battendo i quotati calabresi e impongono la legge del campo. Lombardo: “Prestazione autorevole da parte nostra”

13.02.2022 15:11

VOLO SABER PALERMO – RAFFAELE LAMEZIA 3-1 (25-22, 25-21, 24-26, 25-22)
VOLO SABER PALERMO: Blanco 10, Ferro G. 1, Gruessner 23, Banaouas 6, Simanella A. 3, Lombardo 16, Simanella G., Sibani, Sutera (L1), Runfola (L2). All. Renda.
RAFFAELE LAMEZIA: Piedepalumbo 3, Viterbo ne, Leone, Citriniti 3, Iorno 7, Porfida 3, Palmeri 28, Sacco 8, Chirumbolo, Paradiso 10, Davoli (L). All. Torchia.
Arbitri: Luca Cardaci di Brolo ed Erika Burrascano di Messina.

PALERMO - Una grande prova di cuore, di squadra ma soprattutto d’orgoglio. La Volo Saber Palermo impone la legge del campo e batte in quattro set la Raffaele Lamezia, vice capolista del girone M. Al Pala Oreto si rivede in campo un sestetto capace di emozionare e rievocare le gesta della scorsa annata, quando si lottava per un posto nell’olimpo della serie A. Uno spettacolo, tuttavia, poco apprezzato dal vivo in un palazzetto semideserto a causa delle varie concomitanze sportive cittadine.

Tre punti magistrali nel segno di Gruessner (23), Blanco (10) e Lombardo (16). Ma è il collettivo a fare la differenza, in grado di capitalizzare nei momenti decisivi. Ridotti gli errori in battuta e rilanciata anche la distribuzione nel gioco, la Volo Saber Palermo ha annichilito le intenzioni dei calabresi giunti a Palermo con l’obiettivo di tenere testa a Letojanni nella lotta al vertice.

Palermo, gestita in panchina da Valentino Renda come primo allenatore, si affida a Gallo in cabina di regia in diagonale con Gruessner opposto, Blanco e Banaouas centrali, Lombardo e Ferro schiacciatori, Sutera libero. Nel primo set l’iniziativa del gioco è lanciata dai padroni di casa. Il braccio di Gruessner raggiunge la giusta temperatura già dai primi frangenti obbligando Lamezia al primo time-out (9-5). Per un lungo tratto i neroverdi impongono il proprio ritmo e mantengono gli avversari a distanza: Giuseppe Ferro dapprima e un’invasione di Palmeri dopo valgono il +4 (17-13). La gara imbocca i binari dell’equilibrio e il servizio di Piedepalumbo tocca un nervo scoperto nella ricezione locale (19-19). Renda corre ai ripari inserendo Andrea Simanella e le dinamiche reattive cambiano. Gruessner prende campo ma sono gli errori offensivi di Palmeri – punto di riferimento dell’attacco lametino - a galvanizzare la Volo Saber (23-20). Simanella esordisce a referto (24-21) ed è sufficiente l’errore ospite in battuta per conquistare il parziale (25-22).

L’andamento del secondo parziale è più armonico. Più equità nei primi scambi, con Porfida e Sacco più propositivi ed idonei a contrastare la fermezza al centro di Blanco (12-11). Lombardo conquista il ruolo di protagonista nella fase centrale del set, sfoggiando le sue abilità anche dalla seconda linea (16-14). Gli ospiti peccano con gli errori aprendo la strada della fuga locale (20-15). L’urlo di Gruessner dà linfa alla Volo Saber (24-20). Palmeri annulla un set point ma, come nel primo parziale, il servizio sbagliato calabrese affidato stavolta a Sacco porta Palermo sul 2-0 in termini di set (25-21).

La Raffaele Lamezia reagisce nel terzo set, perlomeno da metà gioco. Prima è sempre la Volo Saber a godere del momento. Gruessner è in giornata, sia al servizio sia in attacco da posto due (12-9). La diagonale Piedepalumbo-Palmeri riprende in mano le sorti dell’incontro dapprima annullando e successivamente spingendo sull’acceleratore (14-18). Blanco prova a tenere testa (21-23) a Palmeri che porta ai suoi una ghiotta opportunità di chiusura (21-24). Una Volo Saber mai doma costringe all’errore in più riprese la formazione di Torchia e così Simanella mette a terra il punto del 24-24. Il fuoco di speranza si spegne grazie all’intervento di Sacco e Palmeri (24-26).

Lamezia sembra ritrovare il suo ruolino. In battuta Palmeri fa male (12-14). Piedepalumbo sa che il suo fuorimano potrebbe capovolgere le evoluzioni della giornata (14-17). L’attacco palermitano mette in difficoltà la difesa avversaria in più tornate e così la controffensiva lametina sfiata (17-18). Lombardo è decisivo nel recupero che determina il pareggio (20-20). Gli ospiti perdono smalto nel momento importante con due errori veniali (22-20). Il servizio vincente di Lombardo scatena la gioia contenuta della panchina neroverde (24-21). Sacco prova il disperato tentativo di rianimare il match, ma è un super Gruessner a decretare la fine dei giochi con un diagonale d’antologia (25-22).

COMMENTI Marco Lombardo, schiacciatore della Volo Saber Palermo: “Una bellissima partita e una prestazione autorevole da parte nostra. Finalmente siamo riusciti ad esprimere tutto il nostro potenziale e soprattutto abbiamo dimostrato che in questa seconda parte di stagione possiamo dire la nostra contro qualsiasi avversario”.
Giovanni Blanco, capitano della Volo Saber Palermo: “Quelli di oggi sono tre punti meritatissimi. Ho visto una squadra affiatata con un'intesa particolare che ci ha portato alla vittoria. Il nostro obiettivo è migliorare la nostra classifica, è chiaro, e svolgere un girone di ritorno più lineare rispetto alla prima fase di stagione. Forse l’unico mio rammarico è quello di avere condiviso questo successo importante davanti ad un palazzetto praticamente deserto. Penso che la nostra realtà, l’unica della città a militare in serie B maschile, meriti un maggiore interesse”.

 

I comunicati stampa a: [email protected]

Commenti

La Conad Alsenese riparte con il turbo: domata la Tirabassi & Vezzali
Ritorno alla vittoria in casa della Prochimica Virtus Biella